Home > Archivio News > Dettaglio News

30/12/2020

L’assurdo 2020, la corsa di Giovanni, la ricezione delle baby pallavoliste

L’assurdo 2020, la corsa di Giovanni, la ricezione delle baby pallavoliste
Allenamento di fine anno, Coach Nour Eddine El Moudden sta spiegando un esercizio al gruppo dei grandi, mentre i piccolini sono a bordo campo con Coach Ivan Franco. L’attenzione è un po’ calante. Sicché, a sorpresa, chiama tra gli agonisti uno dei principianti. “Giovanni, puoi venire un attimo?”. E Giovanni, dopo un millisecondo di sbigottimento, il tempo di realizzare che era proprio lui che il Mister stava chiamando, sprinta in campo. “Fai vedere a loro come si fa”. Coach Nour Eddine detta il tempo e Giovanni, uno scricciolo tra i giganti, esegue l’esercizio in modo perfetto. "Grazie Giovanni”. E il piccolino, di corsa, torna dai suoi compagni di squadra, felice, con lo sguardo pieno di entusiasmo e di orgoglio, per essere stato chiamato, proprio lui al primo anno di Polisportiva, a fare da esempio ai grandi.

Nel turno di allenamento precedente coach Michele Ballabene, considerato che tra le agoniste più “esperte” e le principianti in tutto ci saranno poco più di una dozzina di ragazze, mette tutte in campo. Da un lato della rete c’è una squadra di ragazze più grandi, dall’altro lato le altre due agoniste rimaste, lui a palleggiare e… quattro agguerritissime mini-volpine schierate in seconda linea a ricevere. Le facce delle baby-pallavoliste sono tutte un programma: un misto di felicità, paura, emozione e voglia di giocare. Coach Michele e coach Eleonora Fischetti sono attenti a proteggere le piccoline, ma, a dire il vero, non è che ce ne sia poi tanto bisogno: con un agonismo furente sono tutte lì a cercare di tirar su quanti più palloni possibile. Vederle fa bene al cuore.

In queste due istantanee c’è il motivo per cui in questo assurdo 2020, la Polisportiva M Bari, nonostante tutte le difficoltà economiche e organizzative imposte dall’emergenza sanitaria, è rimasta “sempre” aperta senza sprecare neanche un minuto di quelli concessi dalle autorità sportive per poter svolgere le attività: dare ai ragazzi e alle ragazze un segnale di speranza, un momento di ottimismo, un’occasione di normalità in quella valle di lacrime che è stato l’anno che finalmente si sta chiudendo, difficile da capire e ancor meno da metabolizzare specialmente per loro.

Il tutto in piena sicurezza. “Aver avuto la possibilità di utilizzare una struttura ampia e ben organizzata come il Palaflorio ci ha aiutato molto” – commenta Manio Marrone, il direttore generale del club della volpe col pallone nel consueto bilancio di fine anno – “ma l’applauso più grande va fatto ai nostri fantastici istruttori, che sono stati precisissimi nello spiegare ai nostri piccoli atleti quanto fosse importante osservare le norme di comportamento dettate dalle autorità sanitarie e inflessibili nel farle rispettare. I ragazzi e le ragazze sono stati disciplinatissimi e così possiamo orgogliosamente affermare che non abbiamo avuto nessun problema di contagio. È una medaglia che ci appuntiamo volentieri al petto”.

Ma il 2020 della Polisportiva M Bari, per fortuna, non è stato soltanto un confronto con la pandemia. “Il lavoro svolto in palestra è stato, come sempre, di eccellente qualità” – prosegue il dirigente arancioblù – “i nostri atleti sono cresciuti tantissimo, sia tecnicamente, sia umanamente. Prima che i campionati fossero fermati, avevamo ottenuto i risultati più prestigiosi della nostra storia agonistica”. Come dimenticare i successi del team under 16 maschile, capace di superare regular season e pool A e chiudere la propria corsa tra le migliori otto squadre delle province di Bari e Foggia. O le vittorie della formazione di seconda divisione femminile, formata tutta da giocatrici al debutto nella categoria e tutte nate pallavolisticamente e cresciute nel vivaio arancio-blù. Sembra passata un’era geologica e invece si tratta di partite disputate in questo anno assurdo. “Sono sicuro che non appena sarà possibile tornare a giocare confermeremo anche in gara questi progressi straordinari” – la previsione e l’auspicio del DG della Polisportiva M Bari – “la passione e l’impegno che ci mettono ragazzi e ragazze non lasciano adito a dubbi e sono lo stimolo decisivo per dirigenti e tecnici a continuare su questa strada. Nel frattempo non resta che augurare a volpini, volpine, famiglie, istruttori e tutti coloro fanno parte della famiglia arancio-blù un 2021 di grande ripartenza, che possa cancellare dubbi, sconcerti e amarezze di questo anno tormentato. Un abbraccio in più a chi ha creduto in noi e ha continuato ad allenarsi fino all’ultimo giorno. La speranza di rivedere presto quelli che sono stati costretti a fermarsi: questa è e sarà sempre casa loro”.



Elenco News