Home > Archivio News > Dettaglio News

24/09/2021

L'airone vola in Umbria

L'airone vola in Umbria
"Ho visto il video di quel ragazzo. È forte, ma è un under 19, non abbiamo un progetto per atleti di quell'età". "Guarda che gioca in under 19, ma compie 16 anni tra due mesi". "Cosa!?!? La prossima settimana sono in Puglia, devo vederlo dal vivo".
 
E a vedere dal vivo quel ragazzo ci è venuto davvero Carmine Fontana, allenatore della Sir Safety Perugia, squadra di volley tra le più importanti del mondo, che qualche settimana prima di quella telefonata si stava giocando lo scudetto. Quando lo ha visto ha avuto la nostra stessa impressione di qualche anno prima, quando abbiamo incontrato per la prima volta Ivan, un ragazzetto timido e taciturno, ma che in campo si trasformava, sprizzando vitalità da tutti i pori: questo è un talento. E che talento!
 
A confermare quella sensazione il ragazzo ci ha messo pochissimo: a 12 anni già giocava in under 16, con una voglia di spaccare il mondo impressionante. Poi lo abbiamo visto crescere in altezza, in tecnica, toccare livelli di qualità assurda per la sua età, librarsi nell'aria con una leggiadria mirabile, un airone, anzi un...Auciello (chiedo perdono), attaccare con una forza devastante, passando sopra le mani di qualsiasi muro. Una libidine.
Avere in squadra uno così è al tempo stesso la cosa più semplice e più difficile del mondo. È semplice perché talento, volontà, determinazione si sposano che è un piacere e Ivan non ha mai saltato un allenamento, approcciandosi al lavoro con la dedizione del fuoriclasse. È difficile perché hai la responsabilità di incanalare il talento senza sprecarlo e il rischio è dietro l'angolo. Gli devi dare le giuste opportunità al momento giusto e fare in modo che le colga. Lo abbiamo fatto, come facciamo con tutti i nostri piccoli atleti, che abbiano talento o meno, insegnando loro innanzitutto i valori che, con lo sport come mezzo, possono aiutarli ad essere uomini e donne di successo nella vita.
 
E ora ce lo godiamo, pronto a far ammirare il volo dell’airone nei palazzetti umbri e di tutta Italia: non solo è stato preso, ma ci ha messo meno di due settimane a diventare il capitano della squadra. Facciamo tutti il tifo per te, Ivan: vola con la tua eleganza e stupisci con la tua potenza!



Elenco News